Relazione sulla gestione del bilancio al 31.12 2017

Il prima anno di mandato di questo CdA è stato caratterizzato da un punto fondamentale, ovvero
quello di creare discontinuità rispetto alla gestione precedente.
Abbiamo appena iniziato il lungo e articolato percorso per recuperare quanto perso su alcuni
settori, ma mi permetto di dire che lo stiamo facendo con notevole differenza rispetto al passato e
anche a sei mesi fa e cioè avendo piena consapevolezza ad oggi di dove siamo,di cosa abbiamo mal
progettato , di dove vogliamo andare e di cosa dobbiamo mettere in atto per arrivarci .
Abbiamo riattivato i rapporti con le attuali aziende usl toscana nordovest e usl toscana centro, così
come abbiamo mantenuto e sviluppato il nostro impegno all'interno del consorzio della costa
toscana e all'interno del consorzio infanzia Pisa, le collaborazioni con la cooperativa Paim, Di
Vittorio, Cuore Liburnia Crea , La Salute, Idealcoop, Arnera , manutencoop di pontedera e con il
Consorzio Coeso della zona empolese.
Particolare attenzione è stata posta a due azioni :
1. al consolidamento dei rapporti con il Comune di Monte Argentario e con l'azienda usl
toscana sud est, in vista dell'apertura della nuova ala della struttura Villa Varoli che sarà
destinata ad una RSA per 41 posti prevista entro l'autunno di questo anno;
2. alla ripresa dei rapporti sindacali tramite una calendarizzazione stretta di incontri e
l'attivazione di tavoli di lavoro condivisi in modo tale da dare prontamente riscontro alle
istanze avanzate da tempo e ricostruire un clima aziendale più equo
Per quanto riguarda l'andamento della gestione nei settori in cui opera la cooperativa, l'esercizio
trascorso deve intendersi sostanzialmente positivo tenuto conto del mantenimento della propria
quota di mercato nel settore specifico di attività.
Più critica appare invece la marginalità dei servizi che sta pian piano riducendosi a causa
dell'impostazione dei nuovi capitolati di appalto, spingendo la cooperativa a ripensare i propri
modelli di intervento in un'ottica di maggiore ottimizzazione degli stessi .
Il mercato dei servizi di cui da sempre Agape si occupa ( settore disabilità, salute mentale, anziani,
prima infanzia, minori, assistenza sociale, hospice, migranti ecc) infatti è ad oggi oggetto di
profonde trasformazioni .
Dal punto di vista degli appalti la nuova tendenza delle Pubbliche amministrazioni è quella di
bandire servizi residenziali attraverso la formula della concessione, incrementando il periodo di
durata degli affidamenti ma ponendo in capo all’aggiudicatario tutti i rischi connessi, oltre che alla
gestione, anche all’andamento del mercato .
Particolare attenzione va posta alle concessioni delle Residenze Sanitarie Assistite rispetto alle quali
ci si dovrà misurare anche con un mercato semi-privatizzato.
Risultano particolarmente preoccupanti anche le condizioni degli appalti relativi a servizi
territoriali per i quali si prevede il ricorso a procedure di affidamento con un sistema dinamico di
acquisizione , senza più criteri di professionalità previsti per l’ammissione con una conseguente
significativa ricaduta della qualità dei servizi stessi e l’apertura del mercato a chiunque decida di
partecipare.
Il mercato toscano, caratterizzato dalla numerosa presenza di piccoli operatori ha registrato da
tempo la presenza e l’interesse di grandi cooperative o gruppi cooperativi che tentano la
penetrazione sul territorio . Lo sgretolamento di alcuni consorzi che avevano fino ad oggi garantito
una forma di difesa aprono nuovi scenari nei quali, molto probabilmente , i rapporti di buon
vicinato spesso improntati alla non belligeranza , subiranno importanti revisioni
L’anno 2017 ci ha visti attivi nella partecipazione a gare di appalto e nella partecipazione alle reti
territoriali con la presenza continua ed attiva alle Consulte e ai tavoli concertativi . Abbiamo
partecipato con successo anche ai tavoli di co-progettazione organizzati dalla SDS zona Valdera e
Pisa rispondendo agli avvisi pubblici FSE programma Operativo Regionale 2014-2020 per servizi
per persone con disabilità grave prive di sostegno familiare , a bandi regionali per percorsi
educativi inerenti a preadolescenti ed adolescenti, a bandi per il potenziamento dei servizi di
continuità assistenziale – buoni servizio per il sostegno alla domiciliarità e per l'attivazione di
servizi domiciliari privati zona valdera e a bandi per la gestione di azioni di prevenzione e
promozione della salute mediante l'attivazione di interventi di supporto psicologico ed educativo
rivolto agli studenti della zona pisana, alle loro famiglie e agli insegnanti in collaborazione con i
servizi sociali ed il cred
Questo anno è stato anche caratterizzato dall’attuazione di una forte campagna di comunicazione
esterna sia attraverso la stampa che tramite i canali social e da una ripresa della partecipazione
della cooperativa alla vita e alle attività di legacoop con l’elezione della sottoscritta nel comitato
nazionale dei garanti di Lega Coop Sociali con l'entrata di diritto a far parte della direzione
nazionale .
Già da questi primi mesi si nota come il 2018 è e sarà caratterizzato dall’uscita di numerosi appalti
gestiti dalla cooperativa, essendo da tempo scaduti importanti contratti .
Tutto quello detto fino a ora ci ha spinto ad una riflessione che ha orientato ed orienterà i nostri
obiettivi su alcuni punti che riteniamo fondamentali :
Il potenziamento della struttura organizzativa e progettuale . E’ necessario diventare
concorrenziali e ampliare il nostro mercato di riferimento, anche fuori dal contesto della
Toscana, ma anche oltre le nostre solite modalità d'azione. Non avremo prospettive
altrimenti, visto che intorno a noi, il mondo dei consorzi regionali si sta sgretolando,
aprendo la strada a colossi del terzo settore che possono permettersi ribassi ingenti.
L'obiettivo è quello di mantenere l'esistente, ottimizzando, ma progettando anche nuove
cose, tra cui servizi privati a carattere sanitario e specialistico
La rimessa a norma di tutto il comparto sicurezza tramite la revisione di tutta la
modulistica e le procedure esistenti relativa al decreto legislativo 81
L’investimento sulla formazione, e non mi riferisco solo a quella obbligatoria, ma anche a
quella specifica, perché senza la ricerca di un miglioramento continuo non riusciremo a
garantire l'alta professionalità dei nostri servizi
Il controllo di gestione, fondamento essenziale per il conseguimento degli obiettivi aziendali.
Il lavoro che abbiamo impostato è volto all'analisi e alla verifica costante dei dati per essere
in grado di orientare le azioni delle direzioni con l’obiettivo che per l’assegnazione del
budget 2019 saremo pronti, numeri alla mano , a discuterne insieme nel mese di ottobre
2018
la gestione delle risorse umane in un'ottica di razionalizzazione con l'obiettivo di una forte
riduzione del numero dei contratti a termine attivati negli anni precedenti, l' ottimizzazione
delle risorse e l'abbattimento dei costi
La messa in atto di azioni per il miglioramento della comunicazione interna , focus centrale
su cui lavorare in quanto un sistema di comunicazione interna efficace sarà anche il perno
per l'implementazione di una comunicazione efficace verso l'esterno
l'acquisizione del modello 231- modello organizzativo volto a prevenire la responsabilità
penale dell'organizzazione
Con queste mie poche parole voglio dirvi che siamo in cammino verso la creazione di un futuro in
cui Agape rimanga protagonista del territorio, Ma adesso è arrivato il momento per fare quel salto
di qualità da tutti auspicato.
Concludo con un ringraziamento che faccio a titolo personale per l’impegno e la professionalità
dimostrata da tutti voi nel portare avanti quotidianamente il vostro lavoro .


Back

 

Powered by: MR GINO